Un salto alla fiera delle bici

Un salto alla fiera delle bici

Non bisogna acquistare sempre una bici per più di mille franchi dal negozio dietro l’angolo. Le fiere delle bici sono sempre più apprezzate, siamo stati a quella di Zurigo.

Già al mattino alle 8.00 centinaia di biciclette sono pronte per essere acquistate e ne arrivano di continuo delle nuove. Il principio è semplicissimo: si portano le bici, si decide il prezzo, si paga la tariffa per lo spazio che si ha a disposizione e si espongono le biciclette.

Jens sta già facendo la coda per consegnare la sua bicicletta reclinata, ma non sa ancora che prezzo chiedere. Anche perché questa bici ha una storia interessante alle spalle. «Sono riuscito a salire su tutti i passi svizzeri insieme a lei. Anche sul San Gottardo.» Con il suo comodo veicolo a due ruote ha percorso tantissimi chilometri finché un giorno è caduto in una curva in discesa per le vie di Bellinzona. E anche se Jens si era fatto male e la bici era praticamente distrutta, sono stati rimessi in sesto entrambi. Sicuramente si troverà presto un acquirente per questo veicolo e per la prossima avventura da vivere insieme a lui. Di sicuro non sarà Valerio, ha bisogno della bicicletta che ha acquistato per CHF 250.– per spostarsi sempre lungo lo stesso percorso visto che abita e lavora a Zurigo. È quindi indifferente il tipo di bici che sceglie per i suoi spostamenti? «No, non lo è, anche qui ci vuole stile», ci spiega. Valerio ha scelto una bicicletta Allegro che ha già un paio d’anni sul groppone, ma che è tenuta benissimo e perfettamente funzionante.

Sibylle di Zurigo propone un modello con qualche anno in più. La sua bici Allegro l’ha portata ovunque negli anni ʽ80, tra le altre cose sono state perfino in Belgio per un’escursione. Una volta stivata la bicicletta tra i bagagli hanno preso l’aereo per poi continuare il viaggio su due ruote. «Sicuramente anche all’epoca si potevano noleggiare le bici, ma io volevo esplorare il paese con la mia», ci racconta. La bicicletta che ha acquistato Annemaria non arriverà mai più lontano di Zurigo. La nostra acquirente italiana lavora in questa città e ha scelto un modello viola. Si distingueva dalle altre bici nella massa e tutti coloro che sono attorno a questo veicolo devono ammettere che «questa bicicletta è meravigliosa.» E lo è veramente. E a un prezzo di CHF 250.– è anche molto conveniente. Quindi vale proprio la pena di venire alla fiera delle bici. Anche se Valerio ci mette in guardia: «Non verrei qui se non potessi contare sulla consulenza di alcuni esperti o di un buon amico che se ne intende.» Alla fine non si vuole pagare troppo o più del dovuto.

Ecco le prossime fiere delle bici (organizzate da Pro Velo) in programma a Zurigo in Helvetiaplatz: 27 giugno, 18 luglio, 29 agosto e 26 settembre.

Come partecipare:
Tutti possono prendere parte alla fiera delle bici. Non è necessario iscriversi in anticipo. Basta presentarsi con la bici nei giorni indicati all’orario previsto per la consegna dei veicoli (di solito due ore prima dell’inizio della fiera delle bici). Il prezzo di vendita può essere deciso autonomamente, anche se in loco gli esperti aiutano a trovare il miglior rapporto qualità-prezzo. Si deve pagare sempre per lo spazio che si ha a disposizione per vendere il veicolo, di solito sono circa CHF 5.–. Se la bici viene venduta, questa tassa viene rimborsata. Per fare in modo che non vengano vendute bici rubate, viene richiesto a tutti i venditori di esibire un documento d’identità.

Portava la sua bici sempre con sé ovunque.

Sibylle con una vecchia Allegro

Portava la sua bici sempre con sé ovunque.

Adesso viaggerà su questa bici da corsa.

Valerio di Zurigo

Adesso viaggerà su questa bici da corsa.

La bici acquistata con orgoglio a questa fiera ad hoc.

Annemaria, un’italiana che lavora a Zurigo

La bici acquistata con orgoglio a questa fiera ad hoc.

Valuta
4,7/5 stelle (3 Stimmen)

Commenti

 

Applica

Visualizzazione: lista

Visualizzazione: cartina